lunedì 14 luglio 2008

Ho scritto sui muri t'amo tre metri sopra la notte prima degli esami

Forse non sarà corretto, ma ho deciso di mettere a disposizione di eventuali crawlers o spiders di eventuali aziende o content managers un compendio delle migliori tecniche di sceneggiatura presenti ad oggi in Italia. Non spero in un ingaggio, ma in qualcosa di meglio della testa mozzata di cavallo che mi è arrivata stamattina, e che tra l' altro non vuole saperne di cuocersi per benino.

Inizio col soggetto, in maniera stringata. Seguiranno dialoghi, o forse no.

SOGGETTO:

Nicolas, studente al Pusterlezzola College di Sgambrate, ultimo anno, diplomando, scopre di avere un herpes. Cristina, la ragazza, è affranta. Nicolas, studente al Pusterlezzola College di Sgambrate, ultimo anno, diplomando, scopre di avere un herpes. Cristina, la ragazza, è basita. Nicolas, studente al Pusterlezzola College di Sgambrate, ultimo anno, diplomando, scopre di avere un herpes. Cristina, la ragazza, finisce le espressioni facciali e cade in stato vegetativo. Due mesi dopo, per puro caso, sua madre si accorge della differenza e la fa ricoverare. Nicolas, che finalmente mette da parte l' autobiografismo delle sue dida e il suo herpes, corre al suo capezzale e glielo lecca. Ci vogliono due sceneggiatori e un direttore di produzione per sciogliere l' equivoco.

Entra in scena il personaggio del domatore di tesori, un attempato ma ancora piacente ragazzone bulgaro vestito come Indiana Jones ma con una pettorina e dei baffi alla Bismark (ma senza l' uovo). La cugina di Cristina si innamora di lui, ma, rifiutata, ripiega su Nicolas, che nel frattempo è tornato dalla legione straniera senza l' herpes, ucciso in combattimento. I due non si innamorano per evidenti carenze strutturali (non sanno come si fa). E' solo allora che inizia una collaborazione autentica tra i due, volta a far accoppiare Cristina (ancora in stato vegetativo) col domatore di tesori. L' operazione riesce, ma la Chiesa Cattolica Apostolica Romana riesce a far cancellare questa parte di sceneggiatura e a sostituirla col gusto limone. Ma i problemi non finiscono qui. La cugina di Cristina viene scoperta nei suoi piani diabolici di adulterio. E' Cristina stessa a estorcerle una confessione dopo averla legata e averla costretta ad ascoltare l' audiolibro de "Anima Mundi" di Susanna Tamaro letto da una Platinette bagnatissima. Una volta accertata la sua colpevolezza, Cristina la perdona e la vende a un Romeno di Prati Fiscali meglio conosciuto come "T.a.v."

Nicolas e Caterina, concordi sul fatto di avere due nomi di una banalità frustrante, ne gioiscono. Non altrettanto il domatore di tesori, che non ha un nome. Parte dunque in missione per l' anagrafe, da cui ritorna con il nome di Avvocato Faulkner (First Name: Avvocato - Second Name: Faulkner). Tornato al liceo dove lavora come bidello, scopre che i due ragazzi (Nicolas e Caterina) stanno tramando per darlo nel culo a uno scrittore ricchissimo che non ha niente da fare se non accumulare denaro nell' eventualità di dover sostenere le spese ospedaliere relative a un secondo ictus (Giorgio Faletti).

Faletti riesce a farli arrestare per Banda Armata e Associazione Terroristica, ma Avvocato Faulkner li salva dalla condanna a morte reperendo preziose informazioni riguardanti il fatto che in Italia non c'è la pena di morte. Faletti ha un secondo ictus e da scrittore diventa itticus, ossia pesce rosso. Caterina e Nicolas vanno a trovarlo al capezzale e glielo baciano entrambi, ma stavolta non interviene nessuno e il film si conclude con Avvocato Faulkner, Nicolas e Cristina che gli pisciano dentro il filtro dell' apparecchio per la dialisi.
Titoli di coda. Durante i titoli di coda, immaginette della cugina di cristina mentre interagisce col Romeno, lui al centro dell' inquadratura, lei attorno.
Fine.

P.S. : Se non avete capito alcuni particolari, non vi preoccupate. Essere delle scimmie non è una colpa, come si può dedurre dagli editoriali di Panebianco.

4 commenti:

EsposiMetro ha detto...

ho pensato mille volte che dovevi lasciar perdere alcuni atteggiamenti o vizii.
Adesso però te lo dico: la tua situazione è graveeeee! Giochi a dadi con l'irrecuperabile. Attentoooooo
quello che scappa non sempre stappa!!

Woland ha detto...

Spiegami come una vela. Amami come l' amore. Ciucciami come un ciuccio. Insomma, fai tu.

PsicoticoDomato ha detto...

già il fatto che scappa!

Woland ha detto...

A breve il primo contest di kerosenectute: il primo che riesce a commentare un mio post senza usare la parola "duodeno" vince la possibilità di scrivere gratuitamente su un altro blog che non sia questo né uno linkato a questo né uno riconducibile a questo in alcun modo attraverso la blogosfera. Affrettavi: andate affanculo!