domenica 27 settembre 2009

FULGENTIA LIMINA TRIS VIDEOR MORI

Mi sono reso conto che da quando ho questo blog è come se avessi aperto tante parentesi, ma ne avessi chiuse poche. La seconda parte della vita di Manuel Kant, per esempio. O i "fulgentia limina" che avevo iniziato a postare all' inizio, ovvero "La cinematografia Vaticana". Pensavo di iniziare a chiuderne un po', come era solita dire la madre di Renato Brunetta dopo il parto, riferendosi alle proprie tube.

E' per questo motivo che, non avendo un argomento più ficcante (ne avrei, ma purtroppo scrivo ora che ho fame e quindi devo andare a mantecare i miei ceci), ho pensato di proporvi alcuni dei migliori film del secolo, nelle versioni rivedute e corrette dalla CEI nell' ambito del più generale processo di modernizzazione della Chiesa (prima che arrivasse l' HitlerJugend Boy a proporre messe in aramaico e tribunali inquisitori per persone con gli occhiali).

Le prime puntate le trovate ancora qui: Fulgentia Limina e Fulgentia Limina II



Ecco quindi a voi un po' di questi meravigliosi titoli Home Video:

IL BUONO, IL BRUTTO E IL PAPA
In un vaticano politically e correct, Gino strada, Marty Feldman e il papa si incontrano in una lavanderia sadomaso; la lavatrice del papa finisce per ultima e gli altri gli sparano. Poi Gesù spara alla Madonna, che spara al papa, che bestemmia.

UNA 44 MAGUM PER L' ISPETTORE PAPA
In un vaticano di piombo e droga, il papa si compra un impermeabile e sotto non si mette nulla. Ma dal nulla, ecco che un cardinale gli dà una pistola e una missione, solo che lui dopo cinque minuti non se la ricorda più che c’ha l’Alzheimer. Poi non trova la preparazione h e bestemmia.

IL PAPA COLPISCE ANCORA
Tanto tempo fa in un vaticano lontano lontano, il papa viene infilato in uno scafandro nero che simula l’asma.

IL PAPA RICOLPISCE ANCORA DI NUOVO
In un vaticano di montagne russe e tunnel dell’amore il papa riprova una seconda volta il gioco di dare dei cazzotti al coso dei cazzotti. Fa 150000. Poi non trova la preparazione h e finisce come sappiamo.

VATICANA JONES
Il Papa ha una frusta e un cappello e si gongola nei cortili di un vaticano violento e corrotto, scomunicando rane lefebriane al grido di Kalimà Shaktidé, Domo Shivaké, Missakataiò.

TRE METRI SOPRA IL PAPA
I Vivi (questa era stata scritta quando mancò all' affetto dei suoi cari Giovanni Paolo II).

NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI
In un Vaticano nottambulo e malaticcio il Papa si caga sotto per i risultati dell' ECG e bestemmia.

UN UOMO CHIAMATO PAPA
In un vaticano selvaggio e impervio il Papa viene catturato dagli indiani, portato via dal suo ranch e appeso per il pisello. lo salverà Gesù. Forse, se ha tempo, dopo lo scherzetto del'l ultima volta.

NATURAL BORN PAPA
In un vaticano volubile e permaloso, quantomai tentato dalle pieghe del libero mercato e dallo showbusiness, un efferato Papa si tinge il vello pubico con le interiora di alcuni macachi. Citato in giudizio dal prefetto dello Sri Lanka, che produce i macachi, il Papa si presenta in tribunale e fa una strage piantando matite nei petti della gente.

LA NOTTE DEI PAPI VIVENTI
In un Vaticano giolindo e decabrista, un Papa-uccello venuto dal futuro piange stelle di giada in un sottoscala. Chiamato a debellare la piaga dei cardinali che dopo morti tornano per nutrirsi di carne umana, ma di qualità, rifiuta l'incarico per manifesta tristezza. Scomunicato, gli succede quel che gli succede dato che a lui è successo un altro Papa con più successo.

PAPZILLA
In un vaticano di dimensioni stranamente minute, il Papa si ritrova alto cinquecento metri, ma non paga le tasse sull’altezza e viene riportato a dimensioni normali. Quindi si offende e bestemmia la madonna. La madonna si offende e bestemmia il Papa. Entrambi, offesi, bestemmiano Gesù. Gesù, che è permaloso, diventa alto cinquecento metri e schiaccia l’ universo.

CHI TROVA IL PAPA TROVA UN TESORO
In un Vaticano sospettosamente chiuso al cesso da ore, una gallina scopre quanto possa essere spiacevole avere un buco del culo.

PICCOLO GRANDE PAPA
In un vaticano affetto da nanismo e dismenorrea, i bambini di una scolaresca deridono il Papa nano che perde sangue dalle chiappe correndo su e giù in maniera folle per un vaticano che ha bisogno di una pulita.

[Se volete potete votare i migliori. I vincitori otterranno una trama più lunga e più circostanziata del loro film preferito. Oppure no, che magari dopo non mi va più. Ma potete provarci]

22 commenti:

Denise ha detto...

VOto senza incertezze Il papa ricolpisce ancora di nuovo, ma solo per il titolo: la trama è capziosamente astrusa

l'avv ha detto...

L'era glaciale XVI.

In un remoto passato pieno di neve, il papa in galosce di tigredaidentiasciabola e per il resto nudo si incula a sangue una famiglia di opossum. Nella foga, il ghiaccio si rompe e dalle crepe escono mammut e dinosauri e ornitorinchi, senza soluzione di continuità, tutti con il crocifisso appeso al collo, tranne la tartaruga. Allora il bradipo scorreggia e tutti stanno per morire congelati, ma il papa bestemmia dio che manda fulmini sulla terra e il ghiaccio si scioglie e dinosauri e mammut si bruciano e si estinguono mentre il papa si fa la tartaruga prima di ingurgitarla.
Tu hai veramente problemi con gli apostrofi.

Woland ha detto...

Dovevi indicare la tua preferenza, non scriverne una. Cioè, se ti chiamano a fare il giurato a Cannes, cosa fai, porti il tuo cortometraggio e dici agli altri, "mah, io voterei questo"?

Per inciso, sono così scontroso perché non ho nessun problema con gli apostrofi. Sono loro che mi odiano, e scacciano la parola successiva con disprezzo lasciando uno spazio, solo perché sono dei vanagloriosi come te che pubblichi i tuoi film Papixar senza costrutto e senza permesso.

Pussa via.

lo zio Giorgio ha detto...

Il mio preferito è...ma sì, tanto lo sai già benissimo qual'è.

lo zio Giorgio ha detto...

...dai, è "Chitrova il papa trova un tesoro".

emma ha detto...

papzilla, per tutti quegli apostrofi e a capo.

Woland ha detto...

Quali apostrofi? Quali accapo?

Anonimo ha detto...

E il papino parte seconda?

Danilo

Woland ha detto...

Arriverà. Ne ho molti altri. Questa è solo una selezione.

anonimo ha detto...

allora voto notte prima degli esami. no dai scherzo, voto l' era glaciale xvi.
anonimo

rianonimo ha detto...

nota l'
apostrofo dopo l'
era.
anonimo

Woland ha detto...

Ciao anonimo, come va coi tuoi condilomi?

anonimissimo ha detto...

Insomma, sto cercando di infettare qualche escort. E la tua orchite? Spero tutto bene.

NostradAmuse ha detto...

Io voto natural born papa. Si avvicina di più alla realtà. Inoltre la scena dei petti cingalesi lacerati dalle staedler del tedesco fa molto nazi, e il film sui nazi è sempre di moda.

Woland ha detto...

Non c' è neanche un voto doppio. Come cazzo dovrei fare? Visitatori muti, esprimete delle cazzo di preferenze, potete restare anonimi, non vi mangio. Non ancora.

Luis ha detto...

"Chi trova il papa trova un tesoro"
per il "scopre quanto possa essere spiacevole avere il buco del culo"

Anonimo ha detto...

Ci siamo impigriti?
Voglio dire, invece di suggerire titoli a quel tale, potresti scrivere delle cose per noi, no?
Siamo i figli della serva, noi?

Beh, simpatico stormenito, giuro che se passi (passate) da Riva del Garda senza venirmi a trovare dico una cosa che il bambin gesù piange, ok?

Danilo

Artemisio ha detto...

Danilo, credo che la tua minaccia sia vana. Voglio dire, far piangere gesù bambino è il sogno di tutti.

La parola di verifica è squirt. Molto bello.

Anonimo ha detto...

Perchè non capisco mai un cazzo di quello che voi, giovinotti, dite?
Sì, ok, non spiegarmelo.

Danilo

Artemisio ha detto...

Credo tu ti stia riferendo a squirt. Il resto mi sembra più che comprensibile. O sono giunto al punto di scrivere come parla Luca Giurato?

Anonimo ha detto...

Non so se Luca Giurato, chiunque sia (non ho la televisione, e non scrive sui giornali locali), dica cose come "La parola di verifica è squirt. Molto bello." Ma è questo, che non ho capito.
Comunque convengo con te, in un leggiadro esercizio di lettura del pensiero a distanza, che del fatto che io non abbia capito non frega un cazzo a nessuno. Dicevo tanto per dire.

Danilo

Woland ha detto...

Non l' hai capito solo perché ti fai meno pippe. Tranquillo.